comeOPERIAMO

 

richiediperizia

 

contatti

 

privacyPolicy

 

 Il miglior strumento al Mandato dello Studio Legale

Le moderne tecnologie e i software di simulazione consentono di ridurre al minimo le incertezze e le imprecisioni nel processo di ricostruzione di un incidente. Vierranno prodotti risultati oggettivi e difficilmente confutabili rispetto a quelli ottenibili con l’obsoleta analisi manuale. Le risultanze della simulazione possono essere fornite sotto forma di immagini di chiara ed immediata comprensione, inseribili in relazioni sintetiche ed efficaci, che in sede di giudizio offrono un elevato valore aggiunto (e consentono di confutare facilmente ricostruzioni approssimate, effettuate con l’analisi manuale o con metodologia non rigorosa).

Il nostro servizio sarà di validazione delle dichiarazioni testimoniali.

Le dichiarazioni testimoniali sono legate ai ricordi del dichiarante, che spesso non corrispondono in pieno al reale svolgimento dei fatti: le collisioni tra veicoli sono eventi repentini e non predicibili, quindi difficilmente osservabili con attenzione. L’analisi della dinamica di un sinistro tramite simulatore consente di analizzare singolarmente ogni aspetto di una dichiarazione testimoniale, per andare ad individuare gli elementi che possono avere un riscontro scientifico e quelli che invece non sono coerenti con gli elementi di evidenza oggettivi.

Verrà svolta una verifica delle risultanze degli Enti verbalizzanti.

Le misurazioni e le conclusioni tratte dai verbalizzanti sul luogo di un sinistro sono spesso determinate in condizioni difficili, con moltissimi elementi a cui prestare attenzione contemporaneamente. Inoltre, a causa della necessità di effettuare interventi veloci e con pochi mezzi a disposizione, le rilevazioni non sono effettuate utilizzando strumentazione tecnologicamente avanzata o strumenti di analisi al calcolatore. Queste limitazioni comportano talvolta errori di valutazione, che possono essere individuati attraverso un’analisi approfondita, effettuata con strumenti scientifici avanzati.

 

Analisi della visibilità e dei punti di avvistamento.

Conoscendo il rilievo planimetrico della zona del sinistro e la collocazione degli elementi di ostacolo alla visibilità, è possibile riprodurre i punti di vista dei conducenti dei veicoli. Ciò consente di identificare con precisione gli istanti di avvistamento e di ricostruire quindi con maggior precisione e dettaglio la dinamica del sinistro. La ricostruzione e l’analisi del punto di vista di un conducente, la determinazione della velocità di avvicinamento del veicolo antagonista, possono essere determinanti per l’esito di un procedimento giudiziale.

Analisi della segnaletica verticale e orizzontale.

L’analisi sul luogo del sinistro della segnaletica stradale, dei cartelli di prescrizione, dei segnali di pericolo possono, possono essere determinanti per la ripartizione delle responsabilità dei guidatori.  

         

Analisi delle Modalità di Collisione.

Utilizzando tecnologie di scansione tridimensionale o di fotogrammetria è possibile ottenere modelli tridimensionali degli autoveicoli

danneggiati. In tal modo le modalità di collisione e le energie di deformazione sono ricavate inconfutabilmente.

Analisi delle deformazioni.

Se possibile, vengono ispezionati direttamente i veicoli incidentati, al fine di verificare la conformazione e l’entità delle deformazioni

riportate dagli stessi.

Analisi delle condotte di guida.

Conoscendo le esatte modalità di collisione, il punto d’urto e la planimetria del luogo del sinistro è possibile analizzare le traiettorie tenute dai veicoli e le condotte di guida dei conducenti. L’analisi è eseguita oggettivamente e con precisione elevata, permettendo di individuare eventuali negligenze e responsabilità.

-          Ricostruzione delle fasi di un sinistro;

-          Ricostruzione e relativi parametri di simulazione.

Planimetria del sinistro.

Planimetria in scala del luogo del sinistro: i rilievi effettuati vengono integrati con le misurazioni effettuate dai verbalizzanti al fine di

ricostruire con precisione lo stato dei luoghi al momento del sinistro; la planimetria in scala è poi utilizzata nelle successive fasi di

analisi al fine di ricavare gli spostamenti post-urto dei mezzi e la dinamica della collisione;

Ricostruzione cinematica e ricostruzione del moto dei veicoli.

Ricostruzione della collisione e dei successivi spostamenti: in base alle misurazioni effettuate sui veicoli, alle tracce al suolo e alle posizioni di quiete dei mezzi, vengono ricostruite le modalità di collisione fra i veicoli e i loro spostamenti post-urto. In questa fase vengono anche determinate le velocità di collisione;

Ricostruzione del moto dei veicoli prima dell’urto: tenuto conto delle risultanze dello studio della fase d’urto, vengono individuati gli spostamenti pre-urto dei veicoli. Tale analisi, particolarmente delicata, consente di determinare le condotte di guida dei conducenti dei veicoli, permette di individuare eventuali responsabilità e consente di verificare se il sinistro si sarebbe potuto evitare tenendo condotte di guida differenti.

 

Studio tecnico di perizie danni
Saint Michel Communication Marketing & Consulting
via Gen. Cantore 2 - Chiusa di San Michele 10050 To - 011-9643114 339.5953045 - e-mail: enzouss@tin.it

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link Continua